Lunghezza focale

LUNGHEZZA FOCALE E ANGOLO DI CAMPO

 

La lunghezza focale è la distanza tra il centro ottico dell’obiettivo e il piano pellicola o il sensore. Si tratta di un centro ottico, che non sempre coincide con il centro dell’obiettivo, questa distanza viene espressa in millimetri ed è indicata su ogni obiettivo.

Di seguito un’immagine per spiegare meglio la lunghezza focale:

Lunghezza focale

Dalla lunghezza focale e dalle dimensioni del sensore dipende l’angolo di campo dell’obiettivo. A parità di dimensioni del sensore, più la focale è lunga, più stretto è il campo inquadrato. Più la focale è corta, più sarà ampio il campo inquadrato.

Di seguito un’immagine che spiega la lunghezza focale per il formato 35mm o pieno formato o full-frame non per APS-C perché come ho già spiegato entra in gioco il fattore crop:

angolo di campo

Gli obiettivi con focali più corte sono grandangolari (angolo di campo più largo), gli obiettivi con focale più lunga sono teleobiettivi (angolo di campo ristretto).

  • super tele, con angolo di campo fino a 8°
  • teleobiettivo, con angolo di campo tra 8° e 25°
  • medio tele, con angolo di campo tra 25° e 45°
  • normale, con angolo di campo tra 45° e 60°
  • grandangolare, con angolo di campo tra 60° e 90°
  • super grandangolare, con angolo di campo tra 90° e 110°
  • ultra grandangolare, con angolo di campo oltre 110°

Quindi sulle Reflex Full-Frame un obiettivo 50mm si chiama “normale” o “standard”, è parificabile all’occhio umano perché ha un angolo di campo intorno ai 45°.

Se chiudiamo un occhio e guardiamo con un occhio solo, ci accorgiamo facilmente che non abbiamo una visione a 360 gradi intorno a noi, bensì il nostro campo visivo, o angolo di campo, ha una ampiezza di circa 45°, proprio come l’obiettivo da 50mm montato su una Reflex Full-Frame.

Salva

Approfondisci

Profondità di campo

PROFONDITA’ DI CAMPO

 

La profondità di campo rappresenta la zona in cui gli oggetti nell’immagine appaiono nitidi e a fuoco, viene abbreviata con l’acronimo PdC.

La PdC dipende da vari fattori, tra cui:

  • L’apertura del diaframma;
  • La distanza di messa a fuoco;
  • La lunghezza focale dell’obiettivo.

Di seguito un’immagine con l’esempio di come incide il diaframma sulla PdC:

profondità di campo                                                                                                                                                                                                                                                                                                       L’area rossa indica quanto della scena è a fuoco

 

Di seguito un’immagine con l’esempio di come incide la distanza di messa a fuoco sulla PdC:

profondità di campo                                                                                                                                                                                                                                                                                                         L’area rossa indica quanto della scena è a fuoco

Di seguito un’immagine con l’esempio di come incide la lunghezza focale dell’obiettivo sulla PdC:

profondità di campo                                                                                                                                                                                                                                                                                                    L’area rossa indica quanto della scena è a fuoco

Scegliere la PdC è una questione personale, dipende quale effetto finale vuoi dare alla foto.

Esempio: se vuoi enfatizzare il soggetto devi sfuocare lo sfondo quindi usare una PdC molto stretta. Al contrario nella fotografia di reportage è fondamentale avere un’ampia PdC.

Salva

Salva

Approfondisci